Agostino Vanzo (1524-1580), medico anabattista di Schio

Agostino Vanzo (Schio, 1524 - Vicenza, 1580) è stato un medico eretico, condannato a morte dall'Inquisizione. Venne a contatto con le nuove idee religiose a Ferrara mentre era studente, frequentando alcuni colleghi tedeschi. Processato una prima volta nel 1566, si sottomise all'abiura e vestì l'abitello. Nuovamente incriminato ed arrestato nel 1579, mentre si trovava ad Agordo, dove era medico condotto, fu trasferito da Belluno a Vicenza. Il Sant'Uffizio vicentino lo condannò a morte in quanto relapso l'11 giugno 1580. Vanzo era chiaramente orientato verso l'anabattismo: oltre ad affermare la giustificazione per fede, a negare il culto dei santi e il Purgatorio, rifiutava la validità della Messa e il valore del battesimo dei bambini.

Ad Agostino Vanzo è dedicata una voce del Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneofulcro del sito Ereticopedia. Per consultare la voce, redatta da Silvano Fornasa, collegarsi alla pagina:

http://www.ereticopedia.org/agostino-vanzo