Presentazione on line di "Mala Università" di Giambattista Scirè (Università La Sapienza di Roma, 1° luglio 2022)

Venerdì 1° luglio 2022, nell'ambito dei corsi del Prof. Marco Merafina presso l'Università La Sapienza di Roma, si è svolta, su piattaforma telematica, un'ampia e articolata discussione sul libro di Giambattista Scirè, Mala Università. Privilegi baronali, cattiva gestione, concorsi truccati. I casi e le storie, Chiarelettere, Milano 2021.

Per visualizzare il video e consultare il relativo comunicato di Trasparenza e Merito collegarsi alla pagina:
https://www.trasparenzaemerito.org/post/video-della-presentazione-romana-di-mala-università
(oppure cliccare sull'anteprima sotto)

Deputati e promotori dell'Inquisizione portoghese

L'Inquisizione portoghese è stata, insieme all'Inquisizione spagnola e all'Inquisizione romana, una delle tre grandi Inquisizioni moderne. Istituita nel 1536 e formalmente abolita nel 1831, operò sul vasto territorio dell'Impero coloniale portoghese.
Nell'ambito del "Repertorio degli inquisitori e delle sedi inquisitoriali", ospitato sul sito Ereticopedia (per maggiori informazioni sul quale CLICCARE QUI), in piena coerenza con l'intento costitutivo di offrire agli studiosi efficienti e completi strumenti di supporto alla ricerca, che già comprende le cronotassi degli Inquisitori generali di Portogallo e degli Inquisitori che governarono le quattro sedi locali "storiche" dell'Inquisizione portoghese (vale a dire Évora, istituita nel 1537, Lisbona, istituita nel 1538, Coimbra, istituita una prima volta nel 1541, soppressa poco dopo e riaperta nel 1565, e Goa, istituita nel 1560; brevissima vita ebbero le sedi di Lamego, Porto e Tomar, istituite nel 1541 e soppresse pochi anni dopo), sono in corso di pubblicazione anche le liste cronologiche dei promotori (promotores) e dei deputati (deputados) delle menzionate sedi inquisitoriali.
Le liste cronologiche, frutto di un accurato lavoro di Tomasz Karlikowski, sono costantemente affinate e aggiornate nei dati, nell'integrazione con le altre pagine di Ereticopedia e nella bibliografia di riferimento.
Al momento sono disponibili i seguenti elenchi cronologici:

Stereotipi, anomalie, infamia e sabba nella persecuzione delle streghe (22/06/2022)

Mercoledì 22 giugno, a partire dalle ore 9:00, nell'ambito delle attività del  Dottorato in Storia e Trasmissione delle Eredità Culturali dell'Università degli Studi della Campania "Luigi Vanvitelli", si svolge, in modalità telematica, il seminario a cura di Daniele Santarelli e Domizia Weber sul tema "Stereotipi, anomalie, infamia e sabba nella persecuzione delle streghe (Europa, età moderna)".

Per maggiori info: https://www.letterebeniculturali.unicampania.it/dipartimento/eventi/772


Catherine Howard (1520/1525–1542), regina d'Inghilterra come quinta moglie di Enrico VIII Tudor, che la fece giustiziare per adulterio

Catherine Howard (Lambeth, 1520-1525 circa – Londra, 13 febbraio 1542) è stata una nobildonna inglese, quinta moglie del re Enrico VIII Tudor e regina consorte di Inghilterra e Irlanda dal luglio 1540 al novembre 1541. Di nobile famiglia, la giovanissima Caterina divenne damigella della quarta moglie del re, Anna di Clèves, e, una volta a corte, attirò le attenzioni del sovrano, che decise di farne la sua nuova sposa. Inesperta, frivola e amante dei divertimenti, intrecciò una relazione adulterina con Thomas Culpeper, gentiluomo di camera del re, e, una volta scoperta, venne accusata di tradimento e adulterio, finendo per condividere l’amara sorte di sua cugina Anna Bolena, seconda moglie del re Tudor, condannata a morte e giustiziata.

A Catherine Howard è dedicata la voce di Martina Tufano, pubblicata nel Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneofulcro del sito Ereticopedia  e parte della sezione trasversale  "Dominae fortunae suae". La forza trasformatrice dell’ingegno femminile

Per consultarla collegarsi alla pagina: www.ereticopedia.org/catherine-howard




Crisi Russia-Ucraina. Un profilo storico

Il 3 giugno 2022 Parresia. Piattaforma digitale per le scienze umane e sociali ha pubblicato sul proprio canale YouTube un approfondimento sul tema "Crisi Russia-Ucraina. Un profilo storico", con Gastone Breccia e Marco Cimmino, che sono stati intervistati da Luca Al Sabbagh e Daniele Santarelli".

Per visualizzare il video: https://youtu.be/UHgFxQJ_1C0

Parresia presenta "Pompei. La catastrofe (2014-2020 d.C.)" di Helga Di Giuseppe e Marco Di Branco (11/06/2022)

Sabato 11 giugno 2022, alle ore 17:30Parresia, piattaforma digitale del network Cantiere Storico Filologico, ospita una discussione intorno al libro di Helga Di Giuseppe e Marco Di Branco, Pompei. La catastrofe (2014-2020 d. C.), Scienze e Lettere, Roma 2022.

Con gli Autori discutono Giambattista Scirè, ricercatore presso l'Università di Catania, amministratore di Trasparenza e Merito, e la senatrice Margherita Corrado. Moderano Luca Al Sabbagh e Daniele Santarelli.

L'evento sarà trasmesso in diretta sul canale YouTube della piattaforma Parresia:

https://www.youtube.com/channel/UCzEjmvU7xv5WT0yKRnmUVfw

LINK DIRETTO ALLA LIVE: https://youtu.be/j1aOBjqAe0g

Giovanni Battista Goineo, medico e umanista eterodosso del XVI sec.

Giovanni Battista Goineo (Ioannes Baptista Goynaeus, Pirano d’Istria, 1514 – Germania, tra 1550 e 1578), medico e umanista, proveniva dalla famiglia dei Goina, nota a Pirano già nel XIV secolo (il padre Francesco e il fratello Nicola conservarono la forma originaria del cognome). Convertitosi precocemente alle nuove idee religiose, subì un processo inquisitoriale nel 1549.

A Giovanni Battista Goineo è dedicata la voce di Vincenzo Vozza, pubblicata nel Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneofulcro del sito Ereticopedia

Per consultarla collegarsi alla pagina: www.ereticopedia.org/giovanni-battista-goineo

Agostino Doni, medico, filosofo naturalista ed eretico del XVI sec.

Agostino Doni (Cosenza, metà del sec. XVI ca. – post 1583) è stato un medico e filosofo naturalista, lungamente esule religionis causa a Basilea e quindi in Polonia, grande assertore della libertà della ricerca filosofica e scientifica.

Ad Agostino Doni è dedicata la voce di Vincenzo Vozza, pubblicata nel Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneofulcro del sito Ereticopedia

Per consultarla collegarsi alla pagina: www.ereticopedia.org/agostino-doni

Aggiornamenti di «Studiosus»

di Francesca Favaro

Presso il carnet de recherche «Studiosus» (https://studiosus.hypotheses.org) sono apparsi, nei primi mesi del 2022, tre nuovi contributi. A febbraio è uscito il saggio Da Omero a Saffo: il divino, nei giardini di Grecia, dedicato al tema della natura quale spazio sacro entro il cui rigoglio si manifestano gli Olimpî: dai poemi omerici sino ai versi dei lirici, queste numinose epifanie variamente si screziano, nel contatto con i mortali. 

Sempre imperniato sul genere lirico, ma ‘trasferito’ nel contesto della Roma augustea, il saggio “Splendidior vitro”: Orazio e la malinconia, indugia sul cesello, affilato seppur squisito, con il quale il Venosino esprime, tramutandola in sorprendente nitidezza, l’ombrosità del proprio animo inquieto. 

Infine, il mese di maggio propone, con il saggio Un manipolo di papaveri rossi, il confronto di un’immagine – un ardente mazzo di fiori estivi stretto da mani di donna – attraverso i secoli: dall’idillio teocriteo Le Talisie sino alla novella verghiana, appartenente a Vita dei campiLa lupa

Per approfondire: https://studiosus.hypotheses.org

La Seconda guerrra mondiale: storia e attualità

Il 23 maggio 2022 Parresia. Piattaforma digitale per le scienze umane e sociali ha pubblicato sul proprio canale YouTube un approfondimento sul tema "La Seconda guerrra mondiale: storia e attualità", con Mirko Campochiari (aka Parabellum) e Giovanni Cecini, che sono stati intervistati da Luca Al Sabbagh e Daniele Santarelli.

Per visualizzare il video:

https://www.youtube.com/watch?v=fKG9KUl35N4