I Capi di Stato Maggiore del Littorio: Cavallero (14/06/2024)

Venerdì 14 giugno 2024 alle ore 18:00 Parresia, piattaforma digitale dell'Associazione CLORI e del suo network Cantiere Storico Filologico, nell'ambito del suo ciclo di puntate dedicate ai Capi di Stato Maggiore del Littorio, dedica una live alla figura di Ugo Cavallero.

Luca Al Sabbagh dialoga con Giovanni Cecini.

LINK DIRETTO ALLA LIVE: https://youtube.com/live/huBVQWSUr18

PER (RI)VEDERE LE PRECEDENTI PUNTATE DEL CICLO: https://www.youtube.com/watch?v=BF12Bjw_q3k&list=PL46LCPbJ2yEsL7AibPkexuiNvpYWG8ajz

5 x 1000 all'Associazione CLORI

Segnaliamo, in questo periodo di dichiarazioni dei redditi, che per sostenere le nostre attività è possibile donare il CINQUE PER MILLE alla nostra ASSOCIAZIONE CLORI APS.

Per i contribuenti che desiderano esercitare questa scelta, il tutto è molto semplice.

Compilando il modulo 730 oppure il Modello Unico, nella sezione dedicata al cinque per mille, basta barrare il riquadro "Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale..” e indicare il codice fiscale della nostra Associazione CLORI: 

94265510480

NON COSTA NULLA in quanto ogni anno, com’è noto, il sostituto d’imposta sottrae dallo stipendio lordo le trattenute che versa allo Stato, tra le quali il cinque per mille. 

In caso di incertezze/difficoltà, si possono chiedere delucidazioni al proprio CAF o al proprio commercialista.

Ricordiamo che è possibile anche effettuare donazioni libere utilizzando l’IBAN IT19Z0623002811000057039186 (conto intestato all’Associazione CLORI APS presso Crédit Agricole) oppure tramite PayPal

La Rivoluzione americana - Parte II (29/05/2024)

Giovedì 29 maggio 2024 alle ore 18:00 Parresia, piattaforma digitale dell'Associazione CLORI e del suo network Cantiere Storico Filologico, dedica la seconda di due puntate al tema della Rivoluzione Americana.

Luca Al Sabbagh dialoga con Elia Morelli. 

LINK DIRETTO ALLA LIVE: https://youtube.com/live/gPVh7qc9xk0

Anna Basigheddu, processata per stregoneria dall'Inquisizione di Sardegna nel 1604-1605

Anna Basigheddu è stata una donna perseguitata per stregoneria dall'Inquisizione di Sardegna tra 1604 e 1605, inquisita in contemporanea con Perdìtta Basigheddu, di cui era presumibilmente una parente stretta. Accusata di «proposizioni eretiche e sospettata di avere un patto tacito con il diavolo», era vecchia e sorda, e per questo fu reclusa non in carcere ma all'ospedale di Sassari. 

Per approfondire consultare la voce di Salvatore Pinna per il Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneofulcro del sito Ereticopedia:

La Rivoluzione americana - Parte I (23/05/2024)

Giovedì 23 maggio 2024 alle ore 18:00 Parresia, piattaforma digitale dell'Associazione CLORI e del suo network Cantiere Storico Filologico, dedica la prima di due puntate al tema della Rivoluzione Americana.

Luca Al Sabbagh dialoga con Elia Morelli. 

LINK DIRETTO ALLA LIVE: https://youtube.com/live/MZqq_xTHJH4


La rivolta nei Paesi Bassi (15/05/2024)

Mercoledì 15 maggio 2024 alle ore 17:30 Parresia, piattaforma digitale dell'Associazione CLORI e del suo network Cantiere Storico Filologico, dedica una puntata al tema della rivolta dei Paesi Bassi in età moderna.

Luca Al Sabbagh dialoga con Riccardo Mardegan del canale YouTube Accademia_dei_Pugni

LINK DIRETTO ALLA LIVE: https://youtube.com/live/4fbqtxAj1S4

I Capi di Stato Maggiore del Littorio: Mario Roatta (10/05/2024)

Venerdì 10 maggio 2024 alle ore 18:00 Parresia, piattaforma digitale dell'Associazione CLORI e del suo network Cantiere Storico Filologico, nell'ambito del suo ciclo di puntate dedicate ai Capi di Stato Maggiore del Littorio, dedica una live alla figura di Mario Roatta.

Luca Al Sabbagh dialoga con Giovanni Cecini.

LINK DIRETTO ALLA LIVE: https://youtube.com/live/BF12Bjw_q3k

La maschera del comando (24/04/2024)

Mercoledì 24 aprile 2024 alle ore 18:30 Parresia, piattaforma digitale del network Cantiere Storico Filologico, dedica una live al tema del comando, analizzando tre figure di comandanti estremamente conosciuti nella storia: Alessandro Magno, Federico II di Prussia e Luigi Cadorna. Luca Al Sabbagh dialoga con Giovanni Cerino Badone.

LINK DIRETTO ALLA LIVE: https://youtube.com/live/bkbVfjJY0VM

Margherita Tudor, sorella maggiore di re Enrico VIII Tudor, regina consorte di Scozia come moglie di re Giacomo IV Stuart dal 1503 al 1513

Margherita Tudor (Londra, 28 novembre 1489 – Castello di Methven, 18 ottobre 1541) è stata una principessa inglese, sorella del celebre re Enrico VIII, e regina consorte di Scozia come moglie del re Giacomo IV Stuart. Rimasta vedova in seguito alla battaglia di Flodden tra Inghilterra e Scozia, divenne reggente di Scozia per conto di suo figlio, che sarebbe diventato re Giacomo V di Scozia. Sposata nuovamente prima con il conte di Angus e, in seguito al divorzio, con Lord Methven, da cui si separò poco dopo, trascorse tutta la sua vita cercando di far valere i suoi diritti come sovrana reggente di Scozia, scontrandosi più volte con i nobili scozzesi e riuscendo infine a vedere incoronato suo figlio, prima di morire a 52 anni in seguito ad un ictus.

A Margherita Tudor è dedicata la voce di Martina Tufano, pubblicata nel Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneofulcro del sito Ereticopedia  e parte della sezione trasversale  "Dominae fortunae suae". La forza trasformatrice dell’ingegno femminile

Per consultarla collegarsi alla pagina: www.ereticopedia.org/margherita-tudor

La Vanvitelli del mal di merito: il Trucco 2

di Helga di Giuseppe

N.d.H. scusate la volgarità dell’immagine. È ciò che la Vanvitelli usa per accalappiare le sue prede ignare.
In questo post i cattivi vengono indicati con le sigle, i buoni con nomi e cognomi.
Andiamo a incominciare
--------------------------------------------------
Cari Amici,
il dovere morale e il senso civico mi spingono a condividere con voi - ancora una volta - il seguito del concorso tenutosi alla Vanvitelli nel giugno del 2022, annullato sia dal TAR Campania (sentenza n. 1391 del 03.03.2023) sia dal Consiglio di Stato (sentenza n. 7335 dell’11.08.2023) con grave verdetto: TUTTI gli atti di quella procedura, inclusa l’indizione del bando, sono stati ANNULLATI, il che voleva dire che la procedura doveva essere rinnovata ab origine con l'emanazione di un nuovo decreto di indizione. Ma così non è andata. Le sentenze NON sono state eseguite, a differenza di quello che viene riportato in tutti i verbali: sono state piuttosto interpretate e aggirate.
Chi fosse interessato a un riassunto delle puntate precedenti può leggere il mio post "Il concorso alla Vanvitelli: vivi il sogno… e poi svegliati".
Qui racconteremo il seguito di uno dei concorsi più truccati e scandalosi a cui io abbia mai partecipato…tra i tanti.
Nonostante la grave sentenza dell’11 agosto 2023, due mesi dopo, il vincitore abusivo MGS risultava ancora in carica e appartenente all’organico dell’Ateneo Luigi Vanvitelli e ciò non solo in contrasto con quanto deciso dal Consiglio di Stato ma anche con la normativa pubblicistica vigente, con conseguenti violazioni giuridiche anche sul piano erariale. MGS non ha mai smesso di essere in carica per buona parte del 2023, nonostante con la sentenza del TAR a me favorevole fosse stata chiesta la sospensiva dal lavoro. Anzi, mentre le procedure giudiziarie erano in corso, continuava a far lezione e a stare in commissione concorsuale con il suo mentore CR a dimostrazione del pieno conflitto di interessi che aveva animato il Trucco 1.
In ottobre 2023, chiesto l’accesso agli atti del decadimento del vincitore abusivo ed emessa una diffida e messa in mora nei confronti dell’Università ad astenersi dal porre in essere qualunque azione di “mero recupero” della procedura selettiva annullata, ci viene risposto che in “esecuzione della sentenza” il dipartimento dei beni culturali della Vanvitelli, aveva deciso di nominare una nuova commissione e di rigiudicare i candidati. Dopo la metà di ottobre si riunisce il consiglio di dipartimento e si ribadisce che “in esecuzione della sentenza” e avendo chiesto un parere alla Procura di Stato nel 15 marzo 2023 (sic! Ma non era stata superata dalla sentenza del Consiglio di Stato dell’11 agosto?), avevano individuato quale nuovo presidente della commissione LC e 6 nominativi tra professori di I e II fascia, tra i quali estrarre 2 professori, uno di I e uno di II fascia. Non viene detto come mai tra tutti i professori di Archeologia Classica in Italia si individua proprio questo presidente e quei 6 nomi, ma è evidente che la scelta non è derivata da una ricognizione d’ampio raggio, bensì da suggerimenti venuti dal precedente presidente di commissione, a cui il nuovo presidente è legatissimo (era nella commissione che lo ha portato in cattedra!) Oltretutto, a fine settembre 2023, in occasione del convegno sulla Magna Grecia di Taranto, dove ero presente, mentre nessuno dei protagonisti del Trucco 1 mi salutava, appartati in un angolo, ma comunque tra la folla, vedevo parlottare fittamente il precedente presidente del Trucco 1 (CR) e il futuro presidente del Trucco 2 (LC), che all’improvviso mi toglie il saluto e fa finta di non vedermi (mentre sua moglie, carinissima, mi riempie di saluti affettuosi), atteggiamento molto maleducato, visto che mi conosce, la cui natura ho compreso solo in ottobre 2023, quando sono usciti i verbali per la nomina della nuova commissione. Questo non ha rilevanza giuridica, ma è un dettaglio significativo e il diavolo si nasconde nei dettagli, come vedremo.