Ucraina: anno secondo (22/02/2024)

Parresia, piattaforma digitale del network Cantiere Storico Filologico, dedica un approfondimento speciale alla guerra russo-ucraina in occasione del secondo anniversario dello scoppio del conlitto, con Mirko Campochiari (@ParabellumStoria) e il Gen. Paolo Capitini, intervistati da Luca Al Sabbagh. 

La puntata, registrata il 16 febbraio 2024, sarà trasmessa in première su YouTube il 22 febbraio 2024 alle ore 18:00.

LINK DIRETTO AL VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=AtAKpMZr6Lk


È reato dare del neonazista a un politico? Il diritto di critica tra principi costituzionali e codice penale

Pubblichiamo di seguito le considerazioni di un giurista a proposito del contenzioso in corso tra l'attuale Presidente del Consiglio e il noto filologo classico Luciano Canfora.

Per il prossimo 16 aprile è fissata, dinanzi al tribunale di Bari, l’udienza dibattimentale a seguito della querela per diffamazione a suo tempo presentata dalla odierna presidente del consiglio nei confronti del prof. Luciano Canfora.
I fatti risalgono all’11 aprile 2022: il docente, invitato per parlare della guerra in Ucraina agli studenti del liceo scientifico Enrico Fermi di Bari, aveva detto: «Non vedo, nello schieramento politico del nostro Paese, forze capaci di dire Voglio capire. Anche la terribilissima e sempre insultata leader di Fratelli d’Italia, trattata di solito come una mentecatta, pericolosissima, siccome – essendo neonazista nell’animo – si è subito schierata con i neonazisti ucraini, è diventata una statista molto importante ed è tutta contenta di questo ruolo. Non fa parte della maggioranza di governo attuale ma è una pedina esterna molto comoda per dimostrare che il Paese è unito».
E la Meloni dai social aveva replicato: «Ascoltate il filologo Luciano Canfora che, in un istituto scolastico di Bari, mi definisce “neonazista nell’animo”. Parole inaccettabili, ancora una volta pronunciate da una persona che si dovrebbe occupare di cultura e formazione e che invece finisce a fare becera propaganda a dei giovani studenti. La querela non gliela toglie nessuno».
Invano Canfora ha cercato di chiarire che non c’è materia penale nella sua frase, spiegando che “una valutazione politica, in termini di metafora politologica, non può costituire reato, qualunque giurista lo sa”. E in successive precisazioni ha chiarito il suo pensiero, a partire dalla puntualizzazione che “dare del neonazista a un soggetto non equivale a dargli del nazista”. Ha quindi esemplificato con pertinenti richiami. 
«Neonazista – ha detto – è, ad esempio, l’atteggiamento di chi usa le navi da guerra per respingere i migranti. Si tratta di comportamenti piuttosto recenti di una dirigente politica che ha le sue idee, secondo me troppo forti, sul terreno fondamentale della migrazione in atto nel Mediterraneo e su cui, a suo tempo, abbiamo sentito parole tremende. Neonazista è uno che non accetta e non rispetta l’unità del genere umano e che riguardo al fenomeno migranti si esprime in maniera bellica. Coloro che scappano dalla Libia sono esseri umani da rispettare altrettanto degli ucraini e non da respingere con le cannoniere. Questa è la mia obiezione e la ragione per la quale io approdo al concetto di neonazista, perché rassomiglia a quell’atteggiamento mentale secondo cui alcuni esseri umani sono di serie B.»
Sul piano dei fatti, rientra tra quelli “notori” la circostanza che la Meloni non ha mai dichiarato di essere antifascista, rifugiandosi sempre in generiche prese di posizione contro tutte le dittature – il che potrebbe costituire una modalità elusiva della dichiarazione specifica da più parti richiestale in sedi politiche – né si è mai opposta all’ingresso in Italia, nel giro di pochi mesi, di decine di migliaia di cittadini extracomunitari provenienti dall’Ucraina, nel silenzio del suo governo, impegnatosi strenuamente in una battaglia senza risparmio di atti normativi e di impiego di forze dell’ordine contro l’ingresso, nel territorio dello Stato, di migranti provenienti dall’Africa (sulla totale assimilabilità tra fascismo, fascista e nazismo, nazista si veda Cass., sez. V, 8.1.2010 n. 19449).
Sul piano lessicale, è difficilmente contestabile che le condotte tenute dalla presidente del consiglio, comunque le si voglia qualificare e giudicare, non potrebbero definirsi ispirate né ad eguaglianza di trattamento, né a rispetto della normativa convenzionale obbligatoria per l’Italia (il provvedimento della giudice Apostolico e di molti altri sul cd. decreto Cutro e le recenti ordinanze fotocopia n. 3562 e 3563 della massima istanza giurisdizionale, le Sezioni unite civili della Corte di cassazione 30.1-8.2.2024, che hanno rimesso la questione alla Corte di giustizia UE, ne sono la riprova).
Dinanzi a questa situazione di fatto, l’attribuzione dell’appartenenza morale (nell’animo) a idee non solo difformi dai valori costituzionali, ma tendenzialmente ispirate anche a una concezione del diritto della forza e non della forza del diritto, comprovabile da decine di atti e fatti ascrivibili al governo della Meloni negli ultimi due anni e mezzo, difficilmente può essere considerata come reato.
In ogni caso, la Meloni che non si è neanche astenuta dal definire “becera propaganda” l’espressione di un’opinione, e cioè la libera manifestazione del pensiero, costituzionalmente tutelata, ha  rivelato una significativamente negativa insofferenza verso l’esercizio dei diritti, e ora rischia di finire nel gorgo di un contraddittorio senza esclusione di colpi che potrebbe vederla soccombente.

I Capi di Stato Maggiore del Littorio: Pietro Badoglio (15/02/2024)

Giovedì 15 febbraio 2024 alle ore 18:00Parresia, piattaforma digitale del network Cantiere Storico Filologico, avvia un ciclo di puntate dedicate ai Capi di Stato Maggiore del Littorio. La prima puntata è dedicata alla figura di Pietro Badoglio. Luca Al Sabbagh dialoga con Giovanni Cecini.

LINK DIRETTO ALLA LIVE: https://www.youtube.com/live/kOOBogTz4Ao

Jules Eudes de Catteville de Mirville (1802–1873), aristocratico e studioso cattolico francese, autore di trattati sullo spiritismo e la magia

Nel Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneofulcro del sito Ereticopedia, è stata pubblicata una voce su  Jules Eudes de Catteville de Mirville, marchese di Mirville (Gommerville, 1802–1873), aristocratico e studioso cattolico francese, autore di trattati sullo spiritismo e la magia. Il suo volume più noto ed influente è Pneumatologie. Des esprits et de leurs manifestations fluidiques, pubblicato per la prima volta nel 1853. La voce è redatta da Francesco Baroni e si colloca nell'ambito della sezione trasversale "Mesmerismo, occultismo, spiritismo. Eterodossie del XIX secolo tra correnti esoteriche e nuove spiritualità"

Per consultare la voce su Jules Eudes de Catteville de Mirville:

https://www.ereticopedia.org/jules-eudes-de-mirville

Vincenzo Tizzani (1809–1892), sacerdote e storico romano, autore del trattato "Sul magnetismo animale. Discorso istorico-critico" (1842)

Nel Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneofulcro del sito Ereticopedia, è stata pubblicata una voce su Vincenzo Tizzani (Roma, 1809 –1892), sacerdote e storico romano, appartenente alla congregazione dei Canonici Regolari del SS. Salvatore Lateranense, autore del trattato Sul magnetismo animale. Discorso istorico-critico (1842), uno dei primi studi cattolici sul magnetismo animale in Italia. La voce è redatta da Francesco Baroni e si colloca nell'ambito della sezione trasversale "Mesmerismo, occultismo, spiritismo. Eterodossie del XIX secolo tra correnti esoteriche e nuove spiritualità"

Per consultare la voce su Vincenzo Tizzani:

www.ereticopedia.org/vincenzo-tizzani

Caccia ai lingotti (02/02/2024)

Venerdì 2 febbraio 2024 alle ore 18:00Parresia, piattaforma digitale del network Cantiere Storico Filologico, dedica un focus alla storia della caccia ai lingotti d'oro delle varie banche nazionali e del loro salvataggio dalle mani della Germania (e non solo), durante la Seconda Guerra Mondiale.

Luca Al Sabbagh dialoga con Alessandro Giorgi, dirigente d'azienda ed esperto di storia militare.

LINK DIRETTO ALLA LIVE: https://youtube.com/live/jvNz4Tr9sjs

La guerra in età moderna (26/01/2024)

Venerdì 26 gennaio 2024 alle ore 18:00Parresia, piattaforma digitale del network Cantiere Storico Filologico, dedica un focus alla guerra e alle sue evoluzioni in età moderna.

Luca Al Sabbagh dialoga con Giampiero Brunelli e con Riccardo Mardegan e Diego Morgera del canale YouTube Accademia_dei_Pugni.

LINK DIRETTO ALLA LIVE:  https://youtube.com/live/uZaW4n_Uq_4

Oratorio e Congregazione oratoriana: storia, spiritualità, politica culturale

Nell'ambito del Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneofulcro del sito Ereticopedia, è stata attivata la nuova sezione trasversale Oratorio e Congregazione oratoriana: storia, spiritualità, politica culturale, curata da Stefano Zen. La sezione è dedicata all’Oratorio sorto per iniziativa di Filippo Neri, che da libero sodalizio conobbe nell’arco di un quarto di secolo una sua graduale evoluzione fino alla sua istituzionalizzazione nel 1575 (quando papa Gregorio XIII decise per decreto di costituire la Congregazione oratoriana, con l’obiettivo di costruire un repertorio di voci inerente non soltanto ai padri e ai fratelli laici che entrarono stabilmente nell’Oratorio filippino, ma allargato significativamente alle opere prodotte e diffuse dall’operoso laboratorio oratoriano, ai luoghi della Congregazione, alle personalità più o meno note che si riconobbero nella sua politica culturale, partecipando attivamente alle varie iniziative promosse e in particolare agli esercizi spirituali, considerati il nucleo pulsante del programma filippino.

Per saperne di più sulle sezioni trasversali di Ereticopedia: www.ereticopedia.org/intersezioni

Per consultare la sezione Oratorio e Congregazione oratoriana: storia, spiritualità, politica culturale:

https://www.ereticopedia.org/oratorio-storia-spiritualita-politica-culturale

Vietnam sconosciuto (19/01/2024)

Venerdì 19 gennaio 2024 alle ore 18:00Parresia, piattaforma digitale del network Cantiere Storico Filologico, dedica un focus alla guerra in Vietnam. con un'attenzione particolare a determinati episodi poco noti occorsi durante questo storico e tragico conflitto. Luca Al Sabbagh dialoga con Alessandro Giorgi, dirigente d'azienda ed esperto di storia militare.

LINK DIRETTO ALLA LIVE:  https://www.youtube.com/watch?v=pfGl-wAcQv8

Fotografare l'inferno (12/01/2024)

Venerdì 12 gennaio 2024 alle ore 18:00Parresia, piattaforma digitale del network Cantiere Storico Filologico, dedica un focus al tema dei reportage di guerra: buone pratiche e know how. Luca Al Sabbagh dialoga con Gabriele Micalizzi, giornalista, fotografo e reporter di guerra.

LINK DIRETTO ALLA LIVE: https://www.youtube.com/watch?v=pwPeE-2ddB0