Storia Glocale presenta "L'Italia in Albania" di Giovanni Villari (28/10/2021)

Giovedì 28 ottobre 2021 alle ore 18:00 Storia Glocale inaugura le sue conferenze on line ospitando la presentazione del libro di Giovanni Villari, L'Italia in Albania 1939-1943, Novalogos, Aprilia 2020. L'Autore discute con discute con Alberto Basciani, Luca Castiglioni, Brunello Mantelli. Modera Armando Pepe

Link per assistere su Zoom:

https://us02web.zoom.us/j/89154439875

Diretta Facebook alla pagina:

https://www.facebook.com/storiaglocale


I podcast di Parresia

Parresia, la piattaforma digitale del Cantiere Storico Filologico, dispone di un proprio canale su Spreaker, dove è possibile ascoltare i podcast delle conferenze che si svolgono sulla piattaforma:

https://www.spreaker.com/show/parresia-piattaforma-digitale

Potete trovarci anche su Spotify, Google Podcast e Deezer!

Per ascoltare il simpatico trailer delle nostre puntate:

https://www.spreaker.com/user/15107873/trailer-podcast-parresia-2

Con l'occasione, segnaliamo l'uscita dell'ultima puntata dei podcast di Parresia, dedicata alla discussione del libro di Giambattista Scirè, Mala Università. Privilegi baronali, cattiva gestione, concorsi truccati. I casi e le storie (Chiarelettere, 2021).

https://www.spreaker.com/user/15107873/scire-podcast

Stroncature presenta "Caserta 1945. La Costituzione e la Repubblica" di Paolo Franzese (26/10/2021)

Martedì 26 ottobre, alle ore 18:00, Stroncature ospita la presentazione del volume di Paolo Franzese, Caserta 1945. La Costituzione e la Repubblica. La relazione dell’avvocato Giovanni Franzese ai giovani della Democrazia Cristiana (D’Amico Editore, Nocera Superiore 2021). Con l’Autore dialogano Felicio Corvese e Giovanni Cerchia. 

Per registrarsi e assistere alla conferenza:
https://us02web.zoom.us/webinar/register/WN_hUqdHBZ0TbqBZdJPbX82wg

Maggiori informazioni alla pagina:


La "Mala Università" sul canale YouTube di Parresia

Vi siete persi il nostro ultimo evento in diretta?

NESSUN PROBLEMA! 

Ecco qui il video, appena caricato sul canale YouTube di Parresia (oltre che sulla CLORI-TV), con la presentazione del volume di Giambattista Scirè, Mala Università. Privilegi baronali, cattiva gestione, concorsi truccati. I casi e le storie (Chiarelettere, Milano 2021), con la partecipazione di Piero Graglia e Lorenzo Fioramonti.

Per visualizzare il video direttamente su YouTube: https://www.youtube.com/watch?v=cWKH7F7lzo0

Vi invitiamo a mettere like al video, ISCRIVERVI AL CANALE PARRESIA 2021 (potete farlo con un semplice click sul tasto ISCRIVITI) e attivare la campanellina per non perdervi i nostri aggiornamenti.

BUONA VISIONE!

Parresia presenta "La spia intoccabile" di Giacomo Pacini (23/10/2021)

Sabato 23 ottobre 2021, alle ore 18:00Parresia, piattaforma digitale del network Cantiere Storico Filologico, ospita una discussione attorno al volume di Giacomo Pacini, La spia intoccabile.  Federico Umberto D'Amato e l'Ufficio Affari Riservati, Einaudi, Torino 2021. L'Autore dialoga con Vladimiro Satta e Elisabetta Sellaroli. Modera Armando Pepe.

LINK PER ACCEDERE ALLA SALA ZOOM E PARTECIPARE:

IN ALTERNATIVA, DIRETTA FACEBOOK ALLA PAGINA:
https://www.facebook.com/Parresia2021

Parresia presenta "Mala Università" di Giambattista Scirè (15/10/2021)

Venerdì 15 ottobre 2021, alle ore 18:00Parresia, piattaforma digitale del network Cantiere Storico Filologico, ospita una discussione attorno al volume di Giambattista Scirè, Mala Università. Privilegi baronali, cattiva gestione, concorsi truccati. I casi e le storie, Chiarelettere, Milano 2021. L'Autore dialoga con Piero Graglia e Lorenzo Fioramonti. Moderano Luca Al Sabbagh e Daniele Santarelli.

Il volume offre una ricostruzione completa del sistema di potere accademico, un sistema di interessi clientelari, famigliari, maschilisti e talvolta mafiosi. Una mappa impressionante di casi e di storie.
Come scrive nella sua Prefazione il giudice Piercamillo Davigo: “Si tratta quindi di una patologia grave e pervasiva che sta cagionando seri danni all’Italia, spingendo le migliori eccellenze e le persone di carattere a emigrare all’estero”.

LINK PER ACCEDERE ALLA SALA ZOOM E PARTECIPARE:

IN ALTERNATIVA, DIRETTA FACEBOOK ALLA PAGINA:
https://www.facebook.com/Parresia2021



In viaggio con la propria libertà. Diaspore di eretici e dissidenti tra Europa e Mediterraneo nella prima età moderna


Sul canale YouTube dell'Associazione CLORI è disponibile il video della relazione dal titolo "In viaggio con la propria libertà. Diaspore di eretici e dissidenti tra Europa e Mediterraneo nella prima età moderna", tenuta da Daniele Santarelli in occasione della Summer School "Incontri Mediterranei" organizzata dall'Università L'Orientale di Napoli e svoltasi a Procida, dal 27 settembre al 1° ottobre 2021. Il video comprende anche un intervento di Luca Al Sabbagh.

Per visualizzare il video: https://youtu.be/ekf6lT-nfUM

Parresia presenta "Una città, il regno. Istituzioni e società a Capua nel XV secolo" di Francesco Senatore (05/10/2021)

Martedì 5 ottobre 2021, alle ore 18:00Parresia, piattaforma digitale del network Cantiere Storico Filologico, ospita una discussione attorno al volume di Francesco Senatore, Una città, il regno. Istituzioni e società a Capua nel XV secolo (Istituto storico italiano per il Medioevo, Roma 2018). L'Autore dialoga con Marco Gentile e Pierluigi Terenzi. Modera Valentina Falanga.

LINK PER ACCEDERE ALLA SALA ZOOM E PARTECIPARE:

IN ALTERNATIVA, DIRETTA FACEBOOK ALLA PAGINA:
https://www.facebook.com/Parresia2021


«Noi i libri li scriviamo»

Note su un recente libro sulle leggi di successione monarchiche e sulla «produzione» di libri di storia al tempo presente

di Luca Al Sabbagh





Negli anni ottanta, quando il mio compianto padre era nel pieno della sua vita studentesca-universitaria nella Facoltà di Medicina dell’Università di Bologna, incontrò un professore che, ostinatamente, non gli permetteva di passare l’esame di anatomia patologica. Dopo il settimo tentativo, mio padre, di fronte all’ennesima insufficienza data dal docente, richiese spiegazioni sui suoi errori ponendogli il manuale davanti agli occhi. La risposta del professore, guardando il libro, fu: «noi i libri li scriviamo». Certamente sono trascorsi circa quarant’anni da quell’episodio, tuttavia la “moda”, pur con qualche adattamento alle novità dei tempi (all'epoca non esistevano l'ANVUR e la VQR, per esempio), non è per nulla passata.
Recentemente mi è capitato di imbattermi nel libro di Marcello Verga, Alla morte del re. Sovranità e leggi di successione nell’Europa dei secoli XVII-XVIII (Salerno Editrice, Roma 2020) ed incuriosito ho letto questo volume con interesse. Non si aspettino i lettori di questa recensione, però, che l'interesse di cui sopra sia esploso per il contenuto e le qualità del libro, piuttosto, e inaspettatamente, hanno destato la mia attenzione il modus scribendi e la metodologia utilizzata.
Il libro si sviluppa in sei capitoli che hanno l’intento di ripercorrere la storia delle leggi di successione monarchica in età moderna. Fin qui tutto bene, ma ad una lettura più approfondita si nota come, nonostante l’Autore aspiri ad una trattazione sistematica dell’argomento, le leggi di successione prese in esame riguardino solo alcuni regni della modernità europea, e solo di alcuni sovrani vengono esposti dall’Autore le grandi riforme che hanno loro permesso di proseguire o cancellare la propria dinastia dalla linea di sovranità.
A prescindere da questa prima piccola debolezza, se ne palesa una seconda di ben più grandi dimensioni: la quasi totale inesistenza di fonti archivistiche menzionate in nota a piè di pagina. Se in qualche pagina del volume vi sono timidi accenni a coordinate archivistiche di carteggi coevi all’epoca presa in esame, tuttavia ampio spazio è dato al “saccheggio” autorizzato degli studi di altri studiosi che hanno trattato l’argomento del libro in precedenza; studiosi che hanno dato sicuramente un apporto scientifico massiccio sulla storia delle leggi di successione monarchica e che il Nostro menziona reiteratamente senza però dare una nuova prospettiva o un nuovo slancio alle ricerche sull’argomento, peraltro incorrendo talvolta in clamorosi errori storici: «[…] solo nel 1737 [gli stati già medicei] assunsero il titolo di granducato di Toscana» (p. 14) – ci si dimentica dell’incoronazione di Cosimo I de’ Medici da parte di papa Pio V come granduca di Toscana nel 1569 –; come padre di Maria II Stuart (moglie di Guglielmo d’Orange, re d’Inghilterra) è citato prima, erroneamente, Carlo II (p. 39), poi, giustamente, Giacomo II (p. 42). Ma errori storici li riscontriamo anche nelle recensioni (più o meno favorevoli) al libro, come se la confusione dell’Autore avesse contagiato i suoi lettori-recensori intenti a fargli le pulci. Un esempio è la recensione redatta da Massimo Firpo per il supplemento domenicale de Il Sole 24 ore del 12 luglio 2020 (pp. 5-6), dove l’autorevole esperto, soffermandosi con arguzia su alcune criticità del libro, asserisce quanto segue: «A destare qualche perplessità [...] è una periodizzazione che muove dalla seconda metà del '600, con l'esclusione di vicende cruciali [...] Mi limito a ricordare, solo per fare qualche esempio, la complicata successione di Carlo V ai suoi sconfinati domini […] o ancora la contrastata successione al trono di Francia di Enrico IV di Valois, legittimo erede al trono, ma ugonotto, anzi eretico relapso per essere tornato all'eresia dopo una fittizia conversione cattolica, pronto infine a ripeterla poiché – com’è noto – “Parigi val bene una messa”» (p. 6); il riferimento è senz’altro a Enrico IV di Borbone, la cui dinastia, subentrata ai Valois, reggerà le redini della Francia sino alla Rivoluzione e oltre.

Incontri Mediterranei (Procida, 27 settembre–1° ottobre 2021)

Dal 27 settembre al 1° ottobre 2021 si svolgerà a Terra Murata di Procida, presso il  Conservatorio delle Orfane, la XVI edizione della Summer School "Incontri Mediterranei", organizzata dall'Università L'Orientale di Napoli e dall'Associazione AION, dedicata al tema "Esili".