sabato 31 ottobre 2020

Castelina di Zinasco e il suo processo per stregoneria (1492)

Castelina è stata una donna di Zinasco perseguitata e condannata a morte per stregoneria nel 1492. Dopo esser stata accusata una prima volta, confessa al padre inquisitore Giovanni Antonio de Scaravazi di essere una strega e di aver preso parte a una compagnia di streghe di cui nomina la defunta Caterina detta Ragogna. Quindici giorni dopo aver chiesto e ottenuto il perdono del padre inquisitore, Castelina ritorna a compiere malefici sedotta dal demonio e confessa al padre inquisitore di essere ricaduta nell'eresia. Di fronte alla seconda confessione Castelina, divenuta ormai strega heretica relapsa, viene condannata al rogo.

A Castelina di Zinasco è dedicata è dedicata la voce redatta da Filippo Catanese per il Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneofulcro del sito Ereticopedia. Per consultarla, collegarsi alla pagina:

http://www.ereticopedia.org/castelina-di-zinasco

La voce è integrata dall'edizione del verbale del processo (http://www.ereticopedia.org/processo-castelina-di-zinasco). 

Nessun commento:

Posta un commento