venerdì 26 giugno 2020

Aggiornamenti di «Studiosus»

di Francesca Favaro 

Il carnet de recherche «Studiosus» (https://studiosus.hypotheses.org) ha proposto, tra la fine del 2019 e la prima parte del 2020, svariati nuovi saggi. Nella sezione concernente l’opera dantesca si trova il contributo, dal taglio comparatistico, intitolato Omero nella Vita nova: da Ettore a Beatrice; la sezione Sempre, l’antico accompagna in un’iniziale esplorazione delle profondità boschive, intese come dimensione spirituale, con il saggio Boschi, dentro di noi; a Omero, nella medesima sezione, è dedicato il contributo Odissea, XI (o del narrare), sulla natura anche meta-letteraria del poema. Sempre in seno alla classicità, ma nell’età ellenistica, si spinge il saggio Storie di pastori: l’innocenza sapiente del Dafni e Cloe di Longo Sofista; Gli occhi del pavone illustra poi l’originale rielaborazione del mito di Argo offerta da Marino nell’Adone. Infine, il pezzo Marzo 2020. Attraverso Leopardi, riflessioni sulla solitudine, nella solitudine, a partire dallo Zibaldone si sofferma sulla condizione d’isolamento che di recente tutti abbiamo attraversato (o nella quale sempre siamo…).

Nessun commento:

Posta un commento