sabato 3 novembre 2018

Condanne e carriere. Inquisizione e censura libraria a Parma nel Settecento

Le Edizioni CLORI annunciano la pubblicazione, nell'ambito della collana Studi storici, filologici e letterari, del volume di Federica Dallasta, Condanne e carriere. Inquisizione e censura libraria a Parma nel Settecento (Firenze, Edizioni CLORI, 2018, 728 pp., ISBN 978-88-942416-3-1). 
Il volume, come di consueto per le opere della collana menzionata, è consultabile e scaricabile liberamente in formato digitale sul sito delle Edizioni CLORI, mentre il formato cartaceo è acquistabile on line.


Federica Dallasta, Condanne e carriere. Inquisizione e censura libraria a Parma nel Settecento, Edizioni CLORI, Firenze 2018, 728 pp., ISBN 978-88-942416-3-1

Come tracciare la storia di un’istituzione d’ancien régime senza poter consultare le carte che essa ha prodotto nel corso del tempo? Come ricostruirne i rapporti con altre istituzioni laiche ed ecclesiastiche, locali ed estere? Com’era percepita la sua presenza nella società? Come condizionava con la sua azione la vita e la libertà delle persone? La monografia, data per acquisita l’ormai irreversibile dispersione dell’archivio dell’Inquisizione di Parma, si avvale di documentazione alternativa scoperta in abbondanza presso alcuni archivi italiani e vaticani e la presenta con testi, appendici e indici che permettano di dare risposte ai tanti quesiti che l’argomento storiografico propone. Dopo il saggio introduttivo di Herman H. Schwedt, che istituisce confronti fra l’Inquisizione di Parma e di altre realtà statali italiane, il libro evidenzia in particolare gli scopi degli inquisitori, dei loro collaboratori e dei cardinali delle due congregazioni romane del Sant’Ufficio e dell’Indice, da cui partivano gli ordini per le varie procedure della censura libraria e della punizione dei reati di fede.

Per maggiori informazioni visita il sito delle Edizioni CLORI: http://www.edizioniclori.it

Nessun commento:

Posta un commento