venerdì 28 settembre 2018

Narrazione degli avvenimenti del 1860 nel Convento di Santa Maria Occorrevole di Piedimonte d’Alife nello scoppio della Rivoluzione


Un breve manoscritto, recentemente rinvenuto presso l’archivio storico dell’Ordine dei Frati Minori in Napoli, ci racconta l’arrivo dei garibaldini, durante il 1860, nel convento degli Alcantarini in Santa Maria Occorrevole, presso Piedimonte d’Alife (attuale Piedimonte Matese). Segue la riscossa delle truppe borboniche, che costringe la piccola comunità religiosa ad accogliere, tra molte difficoltà, i disperati abitanti di Piedimonte. Nella narrazione si succedono poi gli avvenimenti che hanno portato all’inesorabile fine del Regno delle Due Sicilie.
Poco dopo l’unità d’Italia, con pretestuose accuse di aiutare i briganti e sostenere i borbonici, il padre guardiano del convento di Santa Maria Occorrevole diventa vittima di calunnie artatamente diffuse. Le tribolazioni della tenace comunità di Santa Maria Occorrevole sono molte, per via dei tanti nemici che hanno tentato di usurparne i beni.

La Narrazione degli avvenimenti del 1860 nel Convento di Santa Maria Occorrevole di Piedimonte d’Alife nello scoppio della Rivoluzione, a cura e con introduzione di Armando Pepe, è pubblicata sul n° 6/2018 della rivista "Quaderni eretici" ed è consultabile alla pagina: http://www.ereticopedia.org/narrazione-santa-maria-occorrevole

Nessun commento:

Posta un commento