venerdì 31 agosto 2018

Avvio del blog del Cantiere

Benvenuti!
Questo blog, dalla veste volutamente informale, colloquiale, minimalista ed evolutiva, è costruito con l'intento di fare da incubatore e propulsore dei progetti afferenti al Cantiere Storico Filologico.
Il Cantiere, iniziativa promossa dall'Associazione CLORI, raggruppa diverse iniziative scientifiche online ed open access promosse da storici, filologi ed italianisti, in prevalenza giovani e non strutturati, che hanno scelto di mettere insieme le proprie esperienze, coordinandosi tra loro e scambiandosi competenze e know how, nell'ottica di favorire lo sviluppo dei propri progetti digitali e renderli sempre più efficienti, nonché user friendly. Intendiamo altresì far crescere e consolidare una "community" di storici modernisti e filologi moderni interessati a collaborare a progetti comuni, in particolare nel campo strategico delle Digital & Public Humanities.
Il network ha anche una sua proficua dimensione social. Sono in particolare sue espressioni i gruppi Facebook Storici e filologi in rete e Filologia Risorse Informatiche.
Il network comunica inoltre attraverso la mailing list dell’Associazione CLORI (denominata CLORI-ML), che conta circa 2.000 indirizzi di storici, filologi ed italianisti.
Una lista costantemente aggiornata delle iniziative che attualmente partecipano al network, con una descrizione sintetica di ciascuna e gli opportuni rimandi online è visualizzabile alla pagina:
http://www.edizioniclori.it/cantiere-storico-filologico
Questo blog, mantenendo una struttura snella e user friendly, si articolerà in sezioni e rubriche, dedicate ai vari progetti confluiti nel Cantiere o che collaborano/dialogano con esso, ma anche ad approfondimenti puntuali ed interventi su tematiche specifiche di studiosi e cultori di scienze umane e sociali (in particolare, ma non solo, di storici e filologi). Il nostro scopo primario è infatti far dialogare gli umanisti al di là del loro specifico campo disciplinare e facilitare lo scambio di informazioni e proposte tra loro. Ci interessa peraltro moltissimo il dibattito sul futuro dell’università e della ricerca (umanistica in primo luogo), tanto quanto la promozione delle Digital & Public Humanities, nello spirito di instaurare un dialogo costruttivo tra antico e moderno, tra tradizione e innovazione. Pertanto chiunque desideri dialogare liberamente e serenamente, rispettando gli interlocutori, contribuendo a dibattere e confrontarsi in modo costruttivo ed attenendosi in generale alle comuni e basilari regole di civiltà e civile convivenza, è qui e in tutti gli altri nostri spazi in rete più che benvenuto! Se poi son rose, fioriranno...